Sacche e borse moto: le diverse tipologie

Sacche e borse moto: le diverse tipologie

Sacche e borse da moto sono strumenti indispensabili in occasione di una gita sulle due ruote. Ma come scegliere il bagaglio del motociclista? Vediamo caratteristiche, qualità e requisiti di ogni tipologia in commercio per capire quale sia la più adatta alle proprie esigenze.

di Riccardo Fiabane


Borse da serbatoio

Le borse serbatoio moto sono solitamente realizzate in poliestere o altro tessuto sintetico che offra un certo livello di impermeabilità. Normalmente sono dotate di copertina antipioggia per prevenire infiltrazioni d’acqua dalle cerniere.

La struttura è generalmente morbida, per consentire alla borsa da moto di adattarsi alla forma del serbatoio. Tuttavia è possibile trovare anche modelli semirigidi pensati per offrire una resistenza maggiore con un’elasticità tutto sommato accettabile.

Per quanto riguarda la forma è possibile trovare borse da serbatoio piuttosto larghe, altre affusolate e pensate per una maggiore aerodinamicità. La capienza dovrà essere valutata in funzione dell’utilizzo che intendiamo farne perché ne esistono di varia capacità. Quelle da cinque litri, ad esempio, sono sufficienti per la scampagnata di un giorno; le borse più capienti, grazie all’apertura a fisarmonica, riescono a raggiungere capienze anche oltre i 30 litri.

Vedi anche:
Motor Bike Expo 2022, comunque presente

Un altro elemento da valutare bene riguarda la tipologia di aggancio, ovvero come viene bloccata al serbatoio la borsa. Alcuni modelli prevedono agganci magnetici e possono essere installati e sganciati con estrema facilità sui serbatoi in metallo. Sui serbatoi in plastica è molto diffuso l’aggancio a cinghia, con sistemi studiati per le diverse tipologie di moto.

Il tipo più recente (molto apprezzato dai motociclisti) è l’attacco Tanklock, che consiste in un anello da fissare sulla cornice del tappo serbatoio al quale si aggancia con un clic la borsa, a sua volta dotata di una flangia specifica sul fondo. Un ultimo tipo di borse da serbatoio prevede invece l’attacco a ventosa.

Borse da Manubrio

Il borsello manubrio moto è uno strumento indispensabile quando si vuole avare un comodo contenitore in cui riporre smartphone e piccoli oggetti mentre siamo in viaggio. L’aspetto chiave di questo accessorio per motociclisti è sicuramente quello delle dimensioni, che devono essere tali da non creare pericolo o intralcio alla guida della moto, ma al tempo stesso sufficienti a contenere quanto desiderato. Scegliendo una borsa da manubrio piuttosto leggera è possibile prevenire il rischio di interferenze che potrebbero incidere negativamente sulla guida.

Vedi anche:
Continental TKC 70 Rocks, l'off strizza l’occhio alla strada

La presenza di tasche e scompartimenti permette poi di mantenere separati e in ordine gli oggetti. Ovviamente è necessario che le varie tasche prevedano bottoni o cerniere che consentano un’apertura comoda e, al tempo stesso, una chiusura solida per evitare di perdere il contenuto quando si è in movimento.

Bisogna prestare attenzione al tessuto che dovrebbe essere impermeabile e resistente all’usura anche se utilizzato spesso. Un buon tessuto si rivelerà capace anche di supportare frequenti lavaggi a mano o in lavatrice senza mostrare segni di cedimento.

Per quanto riguarda il sistema di aggancio, teniamo presente che deve essere di semplice utilizzo quanto saldo e sicuro per prevenire eventuali sganci improvvisi. In quest’ottica alcuni modelli sono dotati di blocchi; le migliori borse da manubrio sono compatibili con tutti i modelli di moto.

Vedi anche:
Viaggiare in moto elettrica sarà più facile con Honda, KTM, Piaggio e Yamaha

Borse da sella

Le borse da sella sono senza dubbio un utilissimo accessorio per gli appassionati delle due ruote. Chiunque si sia trovato a organizzare una gita in moto sa bene quanto sia importante poter disporre della miglior borsa da sella. Ma come sceglierla? Ecco alcuni aspetti che ogni motociclista dovrebbe valutare bene prima dell’acquisto.

Che si tratti di una moto sportiva o che si debba attrezzare una moto touring o naked, la borsa da sella dovrebbe essere in grado di offrire la capienza adeguata. Sceglierla troppo grande rispetto alle reali esigenze significherebbe avere un inutile ingombro, mentre una borsa da sella troppo piccola potrebbe rivelarsi insufficiente quando si programma un viaggio lungo.

Quindi la prima domanda che ogni motociclista dovrebbe porsi è quella che riguarda il tipo di utilizzo che intende farne, se si tratta di una borsa per le escursioni del week-end oppure di un supporto utile in caso di viaggi lunghi. In previsione di utilizzarla in più situazioni è anche possibile trovare borse da sella estensibili.

Vedi anche:
GIVI Trekker Alaska: valigie in alluminio per tutte le moto

Queste borse da moto prevedono solitamente il bloccaggio con cinghie in velcro sotto al sedile. I vari scomparti devono presentare cerniere per consentire di accedere facilmente al contenuto (alcuni modelli prevedono anche degli scomparti in rete con cerniere).

Borse laterali

Non basta dire borse laterali moto per assicurarsi i modelli migliori. La scelta infatti prevede borse rigide in plastica o alluminio, morbide in tessuto e waterproof in PVC. Come districarsi? Ecco una breve guida.

Le borse laterali morbide in tessuto, comunemente chiamate anche borse flosce da moto, offrono diversi vantaggi tra cui:

  • prezzo e peso contenuti
  • possibilità di fissaggio anche in assenza di portapacchi (o con portapacchi piccolo)
  • assenza di vibrazioni al contenuto
  • tendenza ad attutire il colpo in caso di cadute accidentali
  • ingombro laterale contenuto

D’altro canto la leggerezza del tessuto le espone a maggiori rischi di lacerazioni, anche se permettono di effettuare rattoppi in caso di strappi. La presenza di numerose cerniere inoltre le espone a maggiori rischi di infiltrazioni d’acqua nel caso in cui si venga colti da acquazzoni o temporali.

Vedi anche:
Come lavare la giacca da moto: la guida completa

Le valigie rigide in plastica o alluminio per moto sono pratiche e versatili. Tra i pregi di una borsa laterale rigida troviamo la sua impermeabilità, la capacità di resistere maggiormente al tempo e all’usura, la facilità di pulizia. Sono le borse moto perfette? Sicuramente anche i bauletti moto hanno dei difetti, che possono essere riassunti in:

  • necessità di installare un telaio
  • possibilità di rottura in caso di cadute accidentali
  • ingombro laterale
  • peso eccessivo e vibrazioni, soprattutto in fuoristrada
  • tendenza al deterioramento dei cardini di apertura

Le borse laterali waterproof in PVC sono la via intermedia tra le borse morbide e i bauletti rigidi. Pur trattandosi di borse laterali morbide sono realizzate con un materiale molto robusto, leggero e impermeabile. Si tratta infatti di una via intermedia tra le due precedenti che offre il vantaggio dell’impermeabilità e della resistenza a un prezzo contenuto, penalizzando però la capienza che risulta ridotta rispetto alle altre tipologie.