Caberg Horus Tribute, un casco per dire grazie

Il casco apribile Caberg Horus si rinnova per il 2021 con la grafica Horus Tribute con i colori della bandiera Italiana, dedicato in particolare alla città di Bergamo estremamente colpita dal Covid-19. La nuova grafica include nella parte posteriore lo skyline della città incorporato nel logo in memoria delle gravi perdite subite.

Caberg ha inoltre deciso di ringraziare l’Associazione Nazionale Alpini di Bergamo per gli aiuti ricevuti durante questo difficile momento donando il 3% del valore di vendita di ogni Horus Tribute.

Caberg Horus è il casco apribile pensato per il touring e l’utilizzo urbano grazie alla doppia omologazione P/J che ne permette l’utilizzo sia con mentoniera sia aperta sia chiusa, avendo superato superando i test omologativi previsti dalla normativa Ece 22.05 P/J.

Vedi anche:
Da Oxford un completo antiacqua per i climi peggiori

Essendo il punto di rotazione della visiera diverso da quello della mentoniera, quest’ultima rimane sempre vicina e compatta alla calotta, limitando l’effetto vela quando si circola col casco aperto. L’ampia visiera panoramica con apertura di 82°, già usata sul top di gamma LEVO, consente di ridurre i movimenti della testa per tenere sotto controllo la strada e la strumentazione. Horus è provvisto di serie di visierino parasole e visiera antiappannamento Pinlock Max Vision.

Il sistema di ventilazione è costituito da una presa d’aria regolabile sul mento, una grande presa d’aria superiore regolabile e due estrattori posti sul retro. I tessuti traspiranti utilizzati per gli interni sono completamente amovibili e lavabili e non manca la predisposizione per i sistemi di comunicazione Bluetooth, dal Just Speak di Caberg a quelli di altri produttori.