T.ur G-Warm 3, guanti invernali riscaldabili

Pensando ai motociclisti che amano il turismo invernale, tra le novità proposte a EICMA, T.ur ha introdotto nella sua gamma 2024 i guanti riscaldabili G-Warm 3.

La caratteristica più interessante dei G-Warm 3 è quella di poter attivare il riscaldamento in tre zone distinte e indipendenti della mano: solo palmo, oppure dita e dorso della mano insieme, oppure tutte le zone contemporaneamente, arrivando a scaldare fino alla punta delle dita.

Le batterie in dotazione sono da 12 V e si ricaricano in poche ore grazie al caricabatterie incluso. Si alloggiano nel polsino del guanto e garantiscono da 2 ore a 6 ore di riscaldamento, in base alle condizioni meteo e all’intensità di riscaldamento scelta.

Vedi anche:
Pneumatici Michelin Anakee Adventure sulle BMW R1250 GS

Realizzati in vera pelle e tessuto elasticizzato, nascondono al loro interno la membrana impermeabile e traspirante Hydroscud che li rende adatti a sopportare pioggia e neve anche per molte ore, lasciando traspirare l’umidità interna e aiutando la termoregolazione delle mani.

Le fodere in micropile sul palmo e in pile sul dorso avvolgono le mani e le tengono calde e asciutte, in modo da poter utilizzare i guanti a riscaldamento spento anche quando le giornate diventano meno fredde, supportate da micro fori posizionati in punti strategici per far entrare una piccola quantità d’aria utile a garantire la traspirazione.

In quanto a sicurezza, i G-Warm 3 sono certificati EN 13594:2015–CE e offrono un alto livello di sicurezza e protezione grazie alle nocche in poliuretano termoformato, agli inserti in poliuretano su lato del palmo e dita per assorbire eventuali impatti, e ai rinforzi in pelle sul palmo che costituiscono una barriera contro abrasione e urti.

Vedi anche:
In prova: Motoairbag V3, la protezione irrinunciabile

I guanti G-Warm 3 sono disponibili per l’acquisto sul sito t.ur con spedizione e reso per cambio taglia gratuiti e presso i rivenditori, nelle taglie dalla S alla 3XL al prezzo di 299 euro.