In Romagna un itinerario dedicato alle moto elettriche

Nella terra dei motori nasce un circuito turistico dedicato interamente alle moto elettriche, per abbinare la passione per le due ruote e il mototurismo, all’energia pulita e alla mobilità sostenibile.

Si tratta di un percorso di 700 chilometri tra i passi dell’Appennino romagnolo dove la conoscenza del territorio e delle problematiche legate alla mobilità elettrica ad ampio raggio – primo fra tutti il tema dell’autonomia e degli impianti di ricarica – costituiranno una base di lavoro per lo sviluppo del turismo green con veicoli a zero emissioni.

A sperimentare il percorso in sella a una moto elettrica sono stati Emilio Salvatori e Cristina Zoli – due giornalisti che collaborano spesso anche con noi – i quali hanno promosso il lancio di Romagna Electric Motorcycle, un progetto lanciato da Visit Romagna per promuovere sul proprio territorio il mototurismo.

Vedi anche:
Interphone WayOut: in vacanza con l’interfono

Il viaggio di Emilio e Cristina in sella a una Zero SR/S è partito da Rimini e ha toccato diversi passi; tra i più conosciuti quello di Viamaggio, di Mandrioli, di Fangacci e il famoso Muraglione. Attraversando vallate e borghi caratteristici il tour si conclude nuovamente a Rimini dopo un lungo anello percorso in quattro giorni e otto rifornimenti.

In sella a una moto elettrica è stato possibile tracciare questo itinerario, ma anche far emergere le criticità e individuare i problemi da gestire per consentire a sempre più mototuristi di godere delle potenzialità di questo nuovo modo di viaggiare.

Il progetto Visit Romagna offre agli appassionati alcuni itinerari scaricabili con testi, foto e video e amplierà a breve le proposte di viaggio in questa terra meravigliosa: dalle spiagge della Riviera fino ai passi appenninici.