Gli organizzatori degli eventi HAT Series confidano che, una volta che il blocco alle attività verrà rimosso e saranno tornate le condizioni di sicurezza, gli appassionati avranno una gran voglia di rimettersi in sella per recuperare il tempo perso in quarantena: gli eventi HAT saranno quindi pronti a disposizione per tornare a godere della propria moto all’avventura.

La HAT Pavia-Sanremo è stata posticipata al fine settimana del 6-7 giugno, mentre il Sestriere Adventourfest, che include anche i tour di In Moto Oltre le Nuvole, rimane a calendario nella data del del 27-28 giugno. Immutate anche le date della HAT Sanremo-Sestriere a settembre e della HAT Master Balkans a ottobre.

Per approfondire, abbiamo raccolto un commento di Corrado Capra, presidente di Over2000riders e, insieme a Nicola Poggio, organizzatore della HAT Series.


“La situazione è in continua evoluzione, con la possibilità di ripartenza delle attività nella fase 2 con un’organizzazione del movimento sul territorio tutta da scoprire. Credo che le disposizioni che verranno emanate in vista del 4 maggio ci daranno le indicazioni e gli orientamenti per decidere se e quali modifiche apportare al programma attualmente in vigore.

Il nostro impegno è quello di mantenere vivo negli appassionati il desiderio di poter ripartire non appena possibile. Il calendario può ancora far sognare chi si è già iscritto e vuole risalire in sella alla sua moto dopo mesi di quarantena.

Certo, al via libera da parte del Governo con le nuove disposizioni di incontro delle persone, in quanto organizzatori dovremo poi immediatamente rivolgerci alle autorità locali, perché sarà tutto da ricostruire e sicuramente ci scontreremo con nuove esigenze più burocratiche che tecniche. Speriamo di trovare una collaborazione ancor più pratica e snella, e che tutti capiscano che la ripartenza è una necessità per tutti, ovviamente nel rispetto delle condizioni di sicurezza richieste.

Noi organizzatori della HAT Series abbiamo preso una decisione importante: rimborsare completamente, senza franchigie, le quote d’iscrizione a ciascun evento in caso di annullamento. Ci auguriamo che questo sforzo sia apprezzato dai tanti appassionati che ci seguono, con l’auspicio di ritrovarci al più presto tutti alla ripartenza”.

Corrado Capra

Altri articoli sul lockdown causato da Covid-19