cambiare le pastiglie dei freni alla moto

Cambiare le pastiglie dei freni alla moto: la guida completa

La manutenzione della moto richiede un’attenzione costante e per viaggiare sicuri sulle due ruote e mantenerla in perfetta efficienza è indispensabile sottoporla a controlli periodici che riguardano, tra il resto, anche le pastiglie dei freni.

di Riccardo Fiabane


Riuscire ad accorgersi in tempo utile che le pastiglie della moto stanno per esaurirsi permette di evitare spiacevoli inconvenienti e impedire che i dischi entrino in contatto con la placca della pastiglia esaurita causando seri danni.

Effettuare il cambio delle pastiglie dei freni della moto non è un’operazione eccessivamente complessa, ma occorre comunque avere un po’ di manualità e dimestichezza con le attrezzature.

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su tutti i passaggi da seguire per cambiare le pastiglie dei freni con il fai da te.

Quando va fatto

Dopo quanti chilometri occorre provvedere alla sostituzione delle pasticche dei freni? Purtroppo non esiste una risposta univoca a questa domanda, perché la durata delle pastiglie dipende da una serie infinita di fattori. Talvolta nel libretto di uso e manutenzione della moto sono riportate delle indicazioni chilometriche, che però devono sempre essere considerate come indicazioni di massima e non come assolute certezze.

Vedi anche:
Da Kappa la nuova gamma di borse morbide Alpha Range

Lo stile di guida, il modello della moto e i materiali che compongono le pastiglie, così come il tipo di utilizzo, contribuiscono a determinare una vita più o meno lunga di questi preziosi accessori per la sicurezza sulle due ruote. Ogni volta che viene azionato il freno, le pastiglie si consumano ed è fondamentale poter contare su un impianto frenante in grado di far rallentare o arrestare la moto quando occorre. Per questo è fondamentale poter sempre contare sulle condizioni ottimali delle pastiglie freni della moto.

Se è vero che non esiste un chilometraggio preciso, è pur vero che vi sono alcune verifiche che potrebbero rivelarsi preziose: un controllo visivo periodico dello spessore delle pastiglie e dell’uniformità di consumo potrà fornire ottime indicazioni sulle tempistiche di sostituzione, permettendo di intervenire puntualmente.

Le operazioni

Come occorre procedere per effettuare un cambio delle pastiglie dei freni moto a regola d’arte? I passaggi da seguire sono:

    1. preparazione della moto e del luogo di lavoro
    2. rimozione della pinza e delle pastiglie usurate
    3. riposizionamento del pistoncino/dei pistoncini
    4. inserimento delle nuove pastiglie freni moto

Vediamole in dettaglio.

1. Preparazione

Il primo step da seguire è sicuramente quello di preparare uno spazio comodo per svolgere l’attività, con gli attrezzi necessari per smontare la pinza e far rientrare i pistoncini insieme a qualche vecchio straccio che non guasta mai.

Vedi anche:
RoadBook è su Telegram: iscriviti al canale

Fatto questo occorre procedere con una verifica della quantità di olio presente nell’impianto frenante: se le pastiglie si sono consumate in modo regolare quasi sicuramente il livello dell’olio sarà al minimo. Se durante la vita della pastiglia che si presenta usurata invece è stato fatto uno spurgo completo dell’impianto o un rabbocco, molto probabilmente vi sarà necessità di togliere un po’ del liquido per evitare che quando i pistoncini si allargano l’olio fuoriesca.

Provvedere a portare il livello al minimo è importante perché l’olio freni è un componente corrosivo che, nel caso di fuoriuscita, non solo sporcherebbe il pavimento, ma rischierebbe di rovinare la vernice e le parti meccaniche della moto. Occorre fare però attenzione a non lasciare completamente a secco la vaschetta; per questa operazione è possibile servirsi di una siringa che permetterà di aspirare tutto l’olio in eccesso.

2. Rimozione della pinza e delle pastiglie usurate

Prima di rimuovere la pinza è importante rimuovere polvere e sporco che possono essersi accumulati, aiutandosi con un getto d’aria compressa (utile avere quindi un compressore). A questo punto si può procedere alla rimozione delle pastiglie. Occorre precisare che nelle pinze anteriori moderne non è necessario procedere allo smontaggio, poiché le pastiglie sono inserite con il sistema a cassetto ed è possibile toglierle sfilandole dalla parte superiore.

Vedi anche:
GIVI Seatlock: il Tanklock per la sella

Le pastiglie sono trattenute in sede dai fermi che solitamente sono a coppiglia. Il primo passo consiste quindi nel togliere i fermi aiutandosi con un cacciavite a taglio o a stella. È giunto il momento di togliere i perni e per farlo è possibile aiutarsi con una pinzetta.

Le pastiglie freni posteriori sono leggermente più complicate da raggiungere, perché occorre provvedere alla rimozione della pinza. Per toglierla è necessario svitare i bulloni che la tengono ancorata alla piastra, precedentemente trattati con un prodotto lubrificante specifico (ad esempio lo Svitol). Una volta tolta la piastra il procedimento è identico a quello descritto per la rimozione delle pastiglie dei freni anteriori.

3. Rientro del pistoncino / dei pistoncini

Per allargare i pistoncini che trattengono le pastiglie usurate è possibile utilizzare un cacciavite grande a taglio, con il quale farli scorrere effettuando una leggera pressione ai due lati delle pastiglie. In questa fase è importantissimo fare attenzione a non toccare il disco con il cacciavite per evitare di graffiarlo. Quando i pistoncini sono giunti a fine corsa, provvedere alla rimozione delle pastiglie freni moto usurate.

Vedi anche:
Sterrate in Piemonte: la differenza fra strade, sentieri e mulattiere

4. Posizionamento delle pastiglie nuove

Prelevare le pastiglie nuove dalla loro confezione e collocarle al posto di quelle appena tolte. Posizionare il carterino in lamiera per tenerle fissate alla base e reinserire i perni che andranno a bloccare il carterino. Aiutandosi con le pinzette, reinserire le coppiglie nella loro sede originaria. Ruotare i perni per dare modo alle coppiglie di posizionarsi sotto il lamierino.

Prima di ripartire

L’intervento di sostituzione delle pastiglie dei freni è praticamente concluso. Prima di rimettere la moto in strada è però importante rimettere in pressione l’impianto e riportare i pistoncini in posizione, dando qualche pinzata da fermi. Occorre anche ricordarsi che qualunque modello di pastiglia, da nuova necessita di un po’ di rodaggio per cui è consigliabile viaggiare con attenzione per qualche chilometro dopo la loro sostituzione ed essere particolarmente cauti nelle prime frenate.