Yamaha Ténéré 700 World Raid: pronta al viaggio

Dopo il prototipo presentato a EICMA 2021, sviluppato con la collaborazione di Alessandro Botturi e Pol Tarrés, ha finalmente visto la luce la nuova Yamaha Ténéré 700 World Raid.

Questo terzo allestimento è concepito per accontentare i viaggiatori sulle lunghe distanze su strada e in fuoristrada grazie agli accorgimenti progettuali volti ad aumentarne l’autonomia e la guidabilità in ogni condizione.

Doppio serbatoio e sella piatta

L’elemento di maggiore spicco della Ténéré 700 World Raid è senza dubbio il doppio serbatoio da 23 litri, ben sette in più rispetto alle altre versioni, che offre un’autonomia dichiarata fino a 500 km.

Oltre ad aumentare la capacità di carburante, il posizionamento più in basso dei due serbatoi lascia inalterato il baricentro della moto garantendo agilità e maneggevolezza nonostante il maggior carico dovuto al carburante.

Un ulteriore vantaggio offerto da questa configurazione è la ridotta fluttuazione del carburante rispetto a un unico serbatoio, con evidenti benefici nella conduzione della moto in curva.

Vedi anche:
KTM rinnova la 890 Adventure R per il 2023

La posizione ribassata dei serbatoi riduce inoltre la differenza di altezza tra questi e la sella, offrendo un profilo più piatto e maggiore libertà di movimento al pilota durante la guida in fuoristrada.

La nuova sella è alta 890 mm ed è adatta sia alla guida in piedi che da seduti; il profilo piatto offre un passaggio fluido nel raccordo con il serbatoio, consentendo al pilota di spostare agilmente il proprio peso. La sella è divisa in due parti e la posteriore può essere rimossa per consentire l’installazione di un portapacchi.

Sospensioni a lunga corsa

Per migliorare le prestazioni e l’affidabilità nella guida in fuoristrada, la Yamaha Ténéré 700 World Raid è dotata di forcella KYB da 43 mm completamente regolabile di nuova progettazione con un’escursione di 230 mm, 20 in più rispetto agli altri allestimenti Ténéré 700.

Vedi anche:
RoadBook al Motor Bike Expo, con qualsiasi mezzo

La sospensione posteriore è stata anch’essa migliorata e presenta un nuovo ammortizzatore piggyback con corpo in alluminio per una buona dissipazione del calore e il serbatoio dell’olio separato.

I 220 mm di escursione e le sue caratteristiche di smorzamento consentono una guida confortevole su strada come sui fondi impervi, anche grazie al paracolpi in gomma atto ad aumentare l’assorbimento di energia in caso di fondo corsa.

Per un miglior controllo nella guida in fuoristrada, la Ténéré 700 World Raid monta di serie un ammortizzatore di sterzo Öhlins, posto vicino alla piastra superiore in modo da consentire una veloce regolazione tra i diciotto livelli di sensibilità offerti.

Tre livelli di ABS

La nuova Ténéré 700 World Raid è equipaggiata con tre modalità di ABS, selezionabili a moto ferma tramite un apposito interruttore sul manubrio. La modalità 1 vede l’ABS attivo su entrambe le ruote per l’uso stradale; la modalità 2, sviluppata appositamente per la Ténéré 700 World Raid, disattiva l’ABS sulla sola ruota posteriore ed è consigliabile per i fondi con bassa aderenza; la modalità 3, adatta ai piloti più esperti, disattiva il sistema su entrambe le ruote.

Vedi anche:
Al Mongol Rally 2017 per beneficienza

La strumentazione indica quando le modalità 2 e 3 sono attive e si può tornare alla modalità 1 in qualsiasi momento, anche senza fermare la moto. L’impianto frenante con pinze Brembo vede una coppia di dischi da 282 mm e un disco posteriore da 245 mm.

Strumentazione

La nuova strumentazione con schermo TFT a colori da 5” è dotata di connessione all’app MyRide, che offre notifiche dei messaggi e delle chiamate in arrivo, oltre a visualizzare la carica della batteria dello smartphone quando questo è connesso.

Il display è personalizzabile su tre temi: Explorer presenta un design digitale che fornisce in modo chiaro i dati fondamentali della moto; Street mostra un contagiri con quadrante circolare dal look più tradizionale e analogico.

Vedi anche:
Video - Intervista a Gianpaolo Serrao D'Aquino

Il tema Raid si ispira ai road book da rally, con due odometri countdown indipendenti che permettono al pilota di leggere la distanza dal punto di riferimento successivo. Completa la strumentazione la presa USB tipo A alloggiata sulla destra per alimentare smartphone e sistemi di navigazione.

Altri dettagli della Ténéré 700 World Raid

Il motore della Ténéré 700 World Raid rimane il bicilindrico CP2 da 689 cc raffreddato a liquido che ha dato prova di affidabilità ed efficienza, ma ci sono migliorie nell’airbox, progettato per prevenire al meglio l’ingresso di polvere e detriti.

Per una maggiore protezione aerodinamica, il parabrezza è più alto di 15 mm e sono presenti dei deflettori laterali facilmente rimovibili; le cover che circondano radiatore e pannello interno del cruscotto sono in materiale composito di fibra di vetro.

Vedi anche:
Video - Svizzera

Per favorire la guida in fuoristrada, le pedane offrono una superficie d’appoggio più ampia e sono dotate di inserti in gomma removibili. Ulteriori elementi di protezione sono dati dalla nuova griglia del radiatore con feritoie verticali e dal nuovo paramotore in alluminio in tre parti, che attesta l’altezza da terra a 250 mm.

La nuova Ténéré 700 World Raid sarà disponibile nelle due colorazioni Icon Blue, ispirata alle moto da competizione ufficiali con carrozzeria e cerchi blu e pannelli laterali con accenti gialli, e Midnight Black, caratterizzata da carrozzeria e cerchi completamente neri. L’arrivo nei concessionari è previsto per maggio 2022 al prezzo di 12.599 euro.