Ewan McGregor e Charley Boorman sono tornati a casa. Lo hanno fatto alla lora maniera, in sella a due moto e dopo tre mesi di viaggio e oltre 15.000 km di avventure. Partiti il 19 settembre 2019 da Ushuaia, in Argentina, hanno attraversato tutto il Sud America e l’America Centrale per arrivare infine a Los Angeles in California dove hanno festeggiato assieme ai numerosi appassionati harleysti americani.

È stata infatti proprio la casa motociclistica statunitense a fornire le Harley-Davidson LiveWire totalmente elettriche con cui è stato affrontato il viaggio. E non sono mancati imprevisti.

Long Way Round e Long Way Down

Era il 14 aprile del 2004 quando Ewan McGregor e Charley Boorman partirono per la prima volta assieme in sella a due BMW R 1150 GS. Direzione est, da Londra fino a New York attraverso l’Europa, l’Ucraina, la Russia, il Kazakhstan, la Mongolia, la Siberia e il Canada. Dopo oltre 30.000 km, il 29 luglio 2004 arrivano negli Stati Uniti. Da questo primo viaggio nasce la fortunatissima serie televisiva Long Way Round.

Passano appena tre anni e il 12 maggio 2007 Ewan e Charley ripartono, sempre assieme, sempre con la stessa formula: una troupe al seguito e loro in sella a delle BMW, questa volta delle R 1200 GS Adventure. Non più est ma direzione sud, si parte dal punto più a nord della Scozia per arrivare a Capo Agulhas, il punto più a sud dell’Africa, il 4 agosto 2007, con alle spalle migliaia di chilometri africani. Questa avventura sarà documentata nella seconda serie Long Way Down.

Elettrica avventura

Sono passati sedici anni dalla prima impresa, ma per i due attori i viaggi in moto hanno ancora un richiamo irresistibile. È il 19 settembre 2019 e Ewan McGregor e Charley Boorman partono di nuovo assieme per una nuova avventura, stavolta un po’ diversa dalle precedenti. Da Ushuaia a Los Angeles, dall’Argentina alla California. Puntano a nord e partendo dal capoluogo della Patagonia argentina, dopo appena tre mesi di viaggio lasciandosi alle spalle l’Ecuador, il Perù, il Messico, entrano negli Stati Uniti e arrivano a Los Angeles.

Sarebbe stato fin troppo facile risalire tutta l’America in sella a nuove e affidabili BMW R 1250 GS Adventure. Stavolta a garantigli avventure, imprevisti e situazioni simpatiche sono state due motociclette diversamente inquinanti. Ewan McGregor e Charley Boorman hanno cavalcato delle Harley-Davidson LiveWire elettriche.

Charley Boorman, divertito, accenna ad alcuni stop presso strampalati ristoranti in cerca di prese elettriche dove agganciare il plug-in per ricaricare le batterie delle moto.

Harley-Davidson LiveWire

Le due Harley-Davidson LiveWire utilizzate sono state sottoposte ad alcune modifiche per renderle pronte ad affrontare piste sterrate e strade dissestate: sono state equipaggiate con parabrezza, barre per proteggere il motore, ruote a raggi e luci supplementari.

Sono particolari che si evincono da alcune foto pubblicate in rete da persone che hanno riconosciuto i due attori in viaggio. Ewan, Charley e la loro squadra hanno cercato di mantenere il silenzio stampa per tutto il viaggio, ma ora pare che siano pronti a produrre il terzo e ultimo capitolo della saga: Long Way Up.

La parola “elettrico” è stata determinate per la scelta del mezzo da utilizzare in questo viaggio. Si è preferito infatti il modello LiveWire che aspettare la bicilindrica 1.250 cc Harley-Davidson Pan America ,certamente più portata a questo tipo di viaggi.

I dettagli in un’intervista video

In questa simpatica intervista Ewan McGregor ci racconta alcuni particolari del viaggio e simpaticamente pone l’accento sul fatto che ricaricare una batteria di una moto – non di un iPhone! – in Paesi sperduti come la Patagonia non sia semplice, e spesso sono stati i locali a correre in aiuto dei due motociclisti.

A un certo punto mima scherzosamente la scena in cui è stato costretto a farsi trainare dall’auto di appoggio attaccandosi al montante; alla costernazione del conduttore Jimmy Fallon ricorda un incontro di qualche anno prima con un membro degli Hells Angels che si agganciò al montante del taxi in cui era seduto e si fece accompagnare fino al club di New York. Ewan, da bravo scozzese, ha ribadito che quel motociclista gli deve ancora cinque dollari della corsa in taxi.