Suzuki V-STROM 1050 2023, anche con l’anteriore da 21”

Per celebrare degnamente il ventesimo anniversario di una moto diventata ormai sinonimo di qualità, e affidabilità, Suzuki presenta la quarta generazione della V-STROM 1050.

Sono due le versioni messe a punto dai tecnici di Hamamatsu per soddisfare le esigenze del moto turista instancabile, abituato alle lunghe percorrenze, e quelle dell’appassionato di guida in fuoristrada.

La novità più interessante è sicuramente la V-STROM 1050DE, equipaggiata con cerchi a raggi – 21” all’anteriore e 17” al posteriore – e sospensioni con escursione maggiorata, tanto che la sella si trova ora a 880 mm dal suolo.

Rivista la ciclistica per assecondare l’uso della V-STROM 1050DE lontano dall’asfalto. L’inclinazione del cannotto di sterzo passa da 25° a 27°, il forcellone è più lungo di 40 mm – l’interasse è ora di 1.595 mm – mentre il manubrio, a sezione variabile, è più largo di 20 mm.
Gli pneumatici di primo equipaggiamento sono i semi tassellati Dunlop Trailmax Mixtour.

Vedi anche:
Stile e funzionalità Brema per il fuoristrada

A completare il corredo tecnico troviamo le pedane maggiorate in acciaio, la catena di trasmissione rinforzata, la protezione para coppa in alluminio e le barre para motore di serie.
L’elettronica offre invece ABS disinseribile al posteriore e la nuova modalità G (Gravel) come impostazione aggiuntiva del sistema STCS. La V-STROM 1050DE è disponibile in tre varianti bicolore: Giallo Luxor, Blu Rodi e Nero Nairobi.

La V-STROM 1050 è invece pensata per un utilizzo prevalentemente stradale e a lungo raggio.
I cerchi in lega da 19 e 17 pollici montano pneumatici Bridgetsone Battlax Adventure A41. Il parabrezza, maggiorato, è dotato di un sistema di regolazione in altezza, così come la sella del pilota, utilizzabile su due posizioni. La V-STROM 1050 è disponibile in tre livree bicolore: Blu Varsavia, Grigio Istanbul e Nero Nairobi

Vedi anche:
Suzuki, pronta la V-Strom 1000 del 2017

La 1050 e la 1050DE condividono telaio, motore ed elettronica avanzata, la quale si avvale di una piattaforma inerziale Bosch a tre assi e di un nuovo display TFT LCD a colori da 5”.
Il telaio in alluminio è stato irrobustito nella zona posteriore e accoglie ora l’evoluzione del bicilindrico a V capace di erogare oltre 107 CV.

L’acceleratore ride-by-wire interagisce con il sistema SDMS che offre tre differenti curve di erogazione e può modificare la risposta del motore all’acceleratore. Il Suzuki Traction Control System opera su tre livelli – quattro per la versione DE – ma può essere disattivato.

Altra novità importante è l’arrivo del Quick Shift bidirezionale su entrambi i modelli. Il Motion Track Brake System consente l’attivazione dell’ABS in curva, l’Hill Hold Control System coadiuva le partenze in salita, lo Slope Dependent Control System controlla la frenata in discesa e il Load Dependent Control System ripartisce automaticamente la frenata tra i due assi in funzione del carico.

Vedi anche:
XPower e XPower Lei, gli stivali Sidi per l’off road

Le nuove Suzuki V-STROM 1050 e 1050DE sono equipaggiabili con una nutrita serie di accessori originali, in grado di soddisfare le necessità del motociclista più esigente, sia che prediliga l’asfalto o la polvere del fuoristrada.