MV Agusta Lucky Explorer 5.5 e 9.5

MV Agusta presenta a EICMA due adventure tourer basate sull’eredità storica della Cagiva Elefant, che con la livrea Lucky Explorer ha segnato profondamente l’immaginario rallistico degli anni 80. I due nuovi modelli 5.5 e 9.5 rappresentano l’interpretazione contemporanea del mito delle grandi corse nel deserto, declinata in due diverse motorizzazioni e soluzioni ciclistiche.

La Lucky Explorer 5.5 monta un bicilindrico da 550 cc capace di 47,6 CV e 51 Nm a 7.500 giri sviluppato in collaborazione con QJ, capace di un’erogazione piena e uniforme a tutti i regimi. Il serbatoio da 20 litri e le sospensioni regolabili KYB, così come i cerchi da 19” all’anteriore e 17” al posteriore, rendono questa moto versatile e adatta alle lunghe percorrenze.

Vedi anche:
Kappa Riders, l'app per motoviaggiatori

Il design è caratterizzato dai gruppi ottici incastonati in una sovrastruttura muscolosa caratterizzata dal grande logo. Il cruscotto TFT a colori da 5” è completato da connettività Bluetooth e MV Ride App con proiezione delle indicazioni di navigazione.

Il motore da 930,63 cc della Lucky Explorer 9.5, sviluppato da MV Agusta appositamente per questa moto, deriva dal noto tre cilindri in linea da 800 cc ed è capace di 123 CV a 10.000 giri e 102 Nm a 7.000 giri. Il basamento è stato completamente riprogettato con passaggi olio integrati, così come sono stati ridisegnati coperchi di frizione, generatore, avviamento, selettore e cambio.

Due le opzioni per la frizione: l’automatica Rekluse o la standard, entrambe in bagno d’olio, con comando idraulico sul lato sinistro; il cambio elettroattuato è disponibile come optional.

Vedi anche:
Yamaha Ténéré 700 World Raid, ancora un prototipo

Il serbatoio da 20 litri, le sospensioni elettroniche Sachs con escursione da 220 mm, i cerchi da 21” all’anteriore e 18” al posteriore offrono un buon bilanciamento tra il comfort per l’uso stradale turistico e l’agilità richiesta in fuoristrada.

La strumentazione è stata sviluppata su standard automobilistici in termini di leggibilità e completezza di informazioni, e dispone di un pannello TFT a colori di 7” con connessione Bluetooth agli smartphone e Wi-Fi per l’aggiornamento. Forte in entrambi i modelli il richiamo stilistico alla Cagiva Elefant, in particolare il grande logo sul serbatoio riconoscibile anche da lontano.

Il Lucky Explorer Project è concepito come una piattaforma di comunicazione a supporto del lancio delle nuove 5.5 e 9.5 con l’ulteriore scopo di diffondere la storia e la cultura dei rally africani e di creare una comunità di appassionati.