È partita oggi la terza edizione della Gibraltar Race, l’evento rally turistico di navigazione e regolarità organizzato da Moto Raid Experience che attraversa tutta Europa, da Brașov in Romania alle Colonne d’Ercole a Gibilterra.

Nel secondo numero di RoadBook vi abbiamo raccontato l’evento tramite l’appassionato racconto del concorrente Marco Polani, mentre quest’anno la nostra inviata Valentina Bertelli è al seguito della carovana e ci racconterà il dietro le quinte. Ecco intanto qualche curiosità per celebrare il giorno della partenza.

I piloti che attraverseranno il continente da est a ovest sono ottantasei e a ognuno di essi lo sponsor tecnico Tucano Urbano ha fornito Cool Fresh Seat Cover, un ingegnoso coprisella in rete Aero 3D che, creando un’intercapedine d’aria, rende più fresca e comoda la seduta.

C’è una sorpresa anche per chi segue la sfida da casa: ogni giorno chi visita la pagina Facebook della Gibraltar Race verrà invitato a scovare il tucano che potrebbe apparire all’improvviso nei videoracconti; al termine dell’evento, Tucano Urbano premierà i tre appassionati che più velocemente avranno segnalato agli organizzatori minuti e secondi esatti di tutti i video nei quali è apparsa la simpatica mascotte.

Segnaliamo poi l’impresa di Renato Zocchi, uno degli organizzatori del Sardegna Gran Tour (l’evento di cui vi raccontiamo sulle pagine del sesto numero della rivista) che partecipa in sella a un X-ADV 750 di Honda. Proprio in occasione dell’evento sardo Renato ha avuto modo di provare lo “scooter adventure” Honda e ora si lancia in questa nuova avventura con la collaborazione di diverse case: oltre a OJ per l’abbigliamento, SC-Project ha realizzato un impianto di scarico ad alto rendimento, Öhlins by Andreani Group ha messo a punto le sospensioni e Pirelli ha reso disponibili pneumatici ideali per un mix strada e fuoristrada. Fedele al suo motto “chi va piano, va sano e va lontano”, lo attendono 9.000 Km di fango e insidie.

Come se non bastasse, ecco un esperimento innovativo: una stampante 3D sarà a disposizione dei motociclisti durante la gara per sostituire i pezzi in tempo reale. Antonio Berera, responsabile ricerca e sviluppo di Filoalfa by Ciceri de Mondel, ha infatti deciso di partecipare alla competizione installando una piccola stampante sul camion dell’assistenza dell’organizzazione, con la nobile intenzione di permettere a tutti i partecipanti che ne avranno la necessità di realizzare al volo componenti e ricambi.

Antonio metterà a disposizione gli stessi materiali che ha utilizzato per creare alcune utili personalizzazioni alla sua KTM 690 del 2013: un supporto per collegare un tablet alla torretta portastrumenti della moto, una cassetta porta attrezzi e un supporto per le leve per smontare gli pneumatici.

Spettacolare infine il kit gonfia gomme che utilizza i gas di scarico. Questa invenzione di Antonio è composta da una riduzione realizzata in Thermec Zed da inserire nello scarico della moto, un tubo di raccordo e un nipplo da avvitare sulla valvola della camera d’aria. In caso di necessità potrà gonfiare una camera d’aria nuova che gli permetterà di raggiungere il gommista più vicino. La difficoltà di utilizzo di questo kit sta nel fatto che i gas di scarico sono estremamente caldi, pertanto il gonfiaggio andrà effettuato in più riprese; in fase di test è stata raggiunta la pressione di circa 1 bar, sufficiente per gonfiare uno pneumatico.