MV Agusta presenta la nuova Turismo Veloce 2021

MV Agusta ha presentato la nuova Turismo Veloce 2021 attraverso un evento virtuale trasmesso in diretta. Una Turismo Veloce rinnovata in molti dettagli, che mantiene però la consolidata e affascinante estetica.

Gli uomini di Schiranna hanno lavorato con l’ottica di fondere ancora meglio l’animo sportivo delle MV Agusta con il comfort richiesto da un utilizzo turistico per una moto che consenta di divertirsi con emozioni forti, garantendo la comodità necessaria a macinare molti chilometri.

Ciclistica

Completamente ripensata l’aerodinamica per garantire una maggiore protezione di pilota e passeggero. Questo è stato possibile grazie all’abbassamento della sella di due centimetri (che consente anche un migliorato appoggio a terra dei piedi) e al nuovo parabrezza più alto di 75 mm e più largo di 28 mm che crea una bolla d’aria eliminando le fastidiose turbolenze, soprattutto quelle intorno al casco.

Vedi anche:
MV Agusta Lucky Explorer 5.5 e 9.5

Riviste anche le sospensioni per ottenere una taratura più confortevole e stabile mentre è stato mantenuto uno dei punti forti della Turismo Veloce: le ampie valigie da 34 litri ciascuna sono disegnate e integrate al profilo della moto in modo da avere un ingombro inferiore alla larghezza del manubrio e offrire così sicurezza e facilità di gestione ottimali.

Motore

Il propulsore rimane il tre cilindri da 798 cc, rivisto però in molti dettagli per ridurre al massimo gli attriti, incrementare le prestazioni e la coppia, e ridurre le vibrazioni. Eroga 110 CV a 10.150 giri/min e una coppia massima di 80 Nm a 7.100 giri/min.

I rapporti sono ora più lunghi con l’obiettivo di ridurre i consumi e sono stati aggiornati anche il sistema SCS (Smart Clutch System) e lo scarico, per rispettare le normative di emissioni Euro 5 e ottimizzare la coppia.

Vedi anche:
MBE 2021 Special Edition, nel segno della continuità

Elettronica

Il comparto elettronico è stato completamente rinnovato: incorpora la piattaforma inerziale a sei assi con ABS cornering, RLM (evita il sollevamento della ruota posteriore in frenata), Traction Control che si regola automaticamente in base all’inclinazione della moto. Evoluto anche il sistema EAS 3.0 (quickshifter) per cambiate più precise e con innesti più confortevoli.

Aggiornati anche il cruscotto TFT e l’app MV Ride attraverso la quale è possibile regolare tutti i parametri della moto (mappe, freno motore, erogazione della coppia ecc.), impostare un percorso e trasmettere sul TFT la navigazione, ma anche tracciare l’intero percorso, abbinandolo ai dati di telemetria della moto, come ad esempio l’apertura del gas, l’inclinazione e la velocità e condividerle con la community.

Vedi anche:
Shad SH47, il bauletto per due caschi integrali

Infine è stata introdotta la MV Green Box: un geolocalizzatore che consentirà di conoscere la posizione della propria moto in tempo reale tramite l’app dedicata.

TVEE

Per rilanciare il concetto di Turismo Veloce, infine, Valerio Boni, con il progetto TVEE (Turismo Veloce Europe Endurance), il 21 giugno 2021 tenterà di battere un record mondiale di percorrenza in 24 ore. Partendo da Malmö in Svezia proverà a raggiungere Schiranna percorrendo poco più di 1.900 chilometri e toccando 11 nazioni.