Su RoadBook non facciamo mistero di quanto ci piaccia la Scrambler della Casa bolognese – una moto agile, semplice, in grado di andare un po’ ovunque – tanto che l’inverno scorso ci siamo pure andati in Sicilia per un servizio.

Per il 2019 viene presenta una Scrambler rinnovata con modifiche estetiche e aggiornamenti tecnici, fra cui il nuovo ABS Cornering di Bosch. Sulla nuova Icon si notano anche le guance in alluminio che si sposano con il serbatoio a goccia in acciaio e il nuovo fanale anteriore; altre finiture riguardano il motore verniciato nero, le alette dei cilindri spazzolate e i cerchi ruota con lavorazioni a vista.

Il proiettore anteriore è dotato di DRL (Daytime Running Light) a LED, che permette di essere ben riconoscibili nel traffico anche di giorno, così come sono sempre a LED i nuovi indicatori di direzione che si spengono automaticamente. I commutatori del manubrio sono più ergonomici e permettono di scorrere più facilmente il menu della strumentazione LCD, che ora visualizza anche la marcia inserita e il livello del carburante.

La nuova sella piatta e il rinnovato assetto delle sospensioni garantiscono una posizione di guida comoda e un migliore comfort di marcia, a cui contribuisce il nuovo comando frizione idraulico con leva regolabile.

Oltre al classico ’62 Yellow, la Ducati Scrambler 2019 è disponibile anche nella colorazione Atomic Tangerine, con l’arancione vivo che si ben abbina al classico grigio del profilo del serbatoio. Invariate le caratteristiche tecniche e le specifiche del bicilindrico a L da 803 cc, capace di sviluppare 73 CV a 8250 giri/minuto.

Le novità dai saloni 2018 dedicate al mondo adventure sono raccolte in questa pagina.