RoadBook a EICMA 2018, saluti e baci

Cala il sipario su EICMA 2018: siamo provati e allo stesso tempo rinvigoriti. Provati per il susseguirsi di presentazioni e conferenze stampa; provati anche per l’impegno profuso durante sei giorni intensissimi. Siamo anche parecchio rinvigoriti, non solo per le novità che hanno illuminato il salone (di cui potrete leggere sul prossimo numero della rivista o nella nostra selezione qui sul sito), ma soprattutto per le manifestazioni di apprezzamento e stima per quello che stiamo facendo.

Molti di voi sono passati a salutarci, raccogliendo magari qualche prezioso adesivo, e a complimentarsi con la redazione, esortandoci a proseguire sulla strada tracciata più di un anno fa. Una strada lunga – siamo solo all’inizio – ma che sappiamo verrà percorsa sempre con lo stesso spirito e la stessa volontà, così come auspichiamo che il numero di chi ci segue sarà sempre più vasto.

Vedi anche:
Il primo giorno di fuoristrada

È stato bello vedere anche parecchi giovani avvicinarsi incuriositi allo stand, abbozzando timidi quesiti e sfogliando le pagine della rivista in ammirato silenzio. Ed è stato bello contemplare anche tanta umana diversità: dal viaggiatore stagionato con enduro stradale d’ordinanza, all’overlander che vaga per il globo senza porsi il problema di quale tipo di cavalcatura scegliere.

Insomma, nell’era della telematica, vedere facce, stringere mani e parlare a voce è stato il regalo migliore che potessimo ricevere. E, visto che ci abbiamo preso gusto, abbiamo deciso di replicare: ci vedremo infatti al Motor Bike Expo di Verona, in programma dal 17 al 20 gennaio 2019. Vi aspettiamo!