Partirà il 29 gennaio da Roma la prossima avventura di MotoForPeace in Sud America, i cui partecipanti atterreranno a Santiago del Cile per un viaggio di due mesi tra Cile, Argentina, Paraguay, Bolivia e Perù. La spedizione si snoderà tra zone remote e villaggi rurali nel sud del continente americano dove l’impegno dei missionari cattolici si confronta con realtà afflitte da scarsità di risorse e instabilità sociale.

Questo viaggio è il secondo capitolo del progetto “Gli Anonimi della fede” che, come il precedente in Africa australe che vi abbiamo raccontato su RoadBook 11; nasce dalla volontà di documentare la vita e il lavoro dei missionari cattolici che, spesso lontano dai riflettori, svolgono la loro opera al servizio di intere comunità.

La carovana di nove moto, guidate da altrettanti agenti delle forze dell’ordine italiane ed europee, sarà seguita da due furgoni allestiti come mezzi di supporto.

Tra le venti persone che compongono il team ci saranno anche il fotografo Carmine Rubicco e il videomaker Gabriele Orlini di Doog Reporter che documenteranno l’avventura e gli incontri del team e che troverete sulle pagine della nostra rivista.

MotoForPeace è la Onlus fondata da Bernardo Lepore e costituita da membri della Polizia di Stato e altre forze dell’ordine con lo scopo di diffondere la conoscenza delle culture del mondo per favorire la pacifica convivenza tra i popoli. L’associazione persegue finalità umanitarie organizzando spedizioni motociclistiche in aree disagiate o colpite da conflitti, spesso annoverando tra i membri delle spedizioni anche colleghi stranieri.