KTM 1290 Super Adventure S alla terza generazione

Da Mattighofen arriva la terza generazione di 1290 Super Adventure S, con ergonomia ridisegnata attorno al pilota e nuovi contenuti tecnologici volti a migliorare il rapporto peso/potenza con particolare attenzione alla versatilità per i viaggi.

La ciclistica è stata rivisitata per migliorare la distribuzione dei pesi e l’agilità dinamica. Grazie all’arretramento di 15 mm del cannotto di sterzo e al riposizionamento del fissaggio anteriore del motore è stato ottenuto un feeling più preciso in curva, mentre il forcellone più lungo contribuisce a migliorare la stabilità in accelerazione. Il nuovo telaietto, realizzato in leggeri elementi in alluminio forgiato, è stato progettato per offrire una seduta più bassa senza sacrificare la praticità; offre anche un pratico spazio sottosella.

Il pilota è così inserito nel nuovo serbatoio da 23 litri diviso in tre parti (due delle quali collocate lateralmente) e anche la sella è stata rinnovata: è regolabile in altezza di 20 mm (tra 849 e 869 mm) e si sgancia con la semplice pressione di un tasto; fra gli accessori PowerParts sono previste ben undici selle diverse con una grande varietà di forme, dimensioni e spessori, oltre a una versione riscaldata.

Vedi anche:
EICMA 2017, le novità e dove trovarci

Il parabrezza, regolabile in altezza di 55 mm, è più ampio del precedente ed è stato ridisegnato per offrire maggior protezione. Subito sotto è presente l’iconico gruppo faro delle moto austriache, a LED e dotato di luci cornering, ridisegnato per ospitare il radar dell’innovativo Adaptive Cruise Control (ACC) sviluppato in collaborazione con Bosch: si tratta di un radar per adeguare automaticamente la distanza dai veicoli che precedono in base a criteri di sicurezza, regolabili su cinque livelli.

L’intelligenza integrata negli algoritmi di controllo aggiunge capacità dinamiche ulteriori, come l’assistente di sorpasso (una breve accelerazione per aiutare in caso di cambio di corsia e sorpasso) e la gestione delle curve; inoltre tiene conto dei cambi marcia (sia con il Quickshifter+ che con il tradizionale uso della frizione) evitando di disattivarsi. La disattivazione avviene solo quando il pilota tocca un freno, anteriore o posteriore.

Migliorato anche il display TFT da 7”, con un menu più rapido e pratico, e un’infografica più chiara per individuare immediatamente le diverse sezioni della moto. È controllato da inediti blocchetti a manubrio, che offrono un’esperienza di utilizzo più intuitiva: i nuovi tasti di selezione rapida e per i comandi preferiti consentono di richiamare rapidamente i controlli usati più di frequente.

Vedi anche:
KTM 1090 Adventure R – Piccolina a chi

 

Motore e ciclistica

Al cuore della KTM 1290 Super Adventure S si trova l’ormai classico bicilindrico a V di 75° omologato Euro 5, con valori di 160 CV e 138 Nm, ma alleggerito di 1,6 kg grazie a carter motore più sottili e a un nuovo circuito dell’olio. Il motore respira grazie a uno scarico sdoppiato in acciaio inox e cambia di rapporto con un meccanismo di innesto PANKL aggiornato, che ha portato anche notevoli miglioramenti al Quickshifter+ opzionale. I due nuovi radiatori lavorano in modo integrato con il disegno delle plastiche per allontanare l’aria calda dalle gambe del pilota.

La nuova generazione di sospensioni WP APEX semiattive offre migliori caratteristiche smorzanti grazie a nuove valvole, oltre a ricevere direttamente dalla piattaforma inerziale a sei assi tutte le informazioni necessarie a descrivere in dettaglio il comportamento del pilota. Alla base di questo sofisticato pacchetto, controllabile attraverso il display TFT e i comandi al manubrio, ci sono sensori di affondamento su entrambi gli assi, che permettono anche al pilota di decidere regolazioni indipendenti per l’avantreno e il retrotreno (possibilità opzionale). Ci sono tre differenti modalità di smorzamento: Comfort, Street e Sport, oltre alle due modalità opzionali Offroad e Auto; tutte le modalità sfruttano i dati forniti dalla piattaforma inerziale a sei assi e le informazioni sullo stile di guida.

Vedi anche:
Al Mongol Rally 2017 per beneficienza

La moto adotta una forcella WP APEX SAT da 48 mm e 200 mm di escursione, che offre (opzionale e disinseribile) una funzione anti-dive per impedire all’avantreno di affondare troppo nelle staccate più decise; un altro aspetto innovativo della tecnologia SAT è la modalità di smorzamento automatico, che lo adatta in modo continuo in funzione dello stile di guida e delle condizioni stradali.

Al retrotreno è montato un monoammortizzatore WP APEX SAT (200 mm di escursione ruota) con una nuova regolazione idraulica del precarico, anch’essa a controllo elettronico. L’unità ammortizzante sfrutta un sensore che invia alla SCU le informazioni necessarie a regolare automaticamente il precarico molla in modo da ottenere il bilanciamento (SAG) ideale della moto, a prescindere dal carico a bordo. Sul modello 2021 il precarico può essere regolato su una corsa di 20 mm, 10 mm più che sul modello precedente.

Vedi anche:
Chris Birch ospite al KTM Adventure Rally italiano

Infine il precarico molla della sospensione posteriore può essere regolato da menu in dieci posizioni sulla base delle preferenze del pilota, o opzionalmente in tre modalità automatiche “auto-leveling”: bassa, media o alta. C’è poi una modalità Rally opzionale, che consente al pilota di scegliere la quantità di slittamento della ruota posteriore su una scala di nove livelli, oltre che di impostare la risposta al comando del gas su tre livelli, da dolce ad aggressiva, e limitare l’intervento dell’anti-impennamento.

Non mancano, per finire, i consueti pacchetti PowerParts opzionali: Suspension Pro offre la possibilità di gestire in modo indipendente la forcella e il mono, la regolazione automatica del precarico e il settaggio on/off dell’anti-dive; Rally Pack contiene il riding mode Rally e le relative regolazioni dello slittamento dell’MTC, mentre il pacchetto “tutto incluso” Tech Pach contiene integralmente il Suspension Pro e il Rally Pack, oltre al Quickshifter+, al Motor Slip Regulation, all’Hill Hold Control e alla luce di stop adattiva.

La KTM 1290 Super Adventure S 2021 sarà disponibile in due livree presso i concessionari a partire da marzo al prezzo di 18.950 euro f.c.