Kamchatkaraid: in moto lungo la penisola arabica

Dopo 40 giorni dalla partenza, 12.500 chilometri percorsi e 15 paesi attraversati, i tre motoviaggiatori di Kamchatkaraid hanno raggiunto Ṣalāla in Oman. Qualche giorno di riposo e a breve il trio punterà i tasselli delle Yamaha Ténéré 700 in direzione nord.


Avevamo incontrato Maurizio Limonta, Franco Ballatore e Rosario Sala presso Touratech Italia poco prima della partenza dalla sede Yamaha di Gerno di Lesmo per il loro lungo viaggio alla volta della penisola arabica.

La loro avventura è iniziata con l’attraversamento dei Balcani e di buona parte della Turchia da cui, imbarcatisi al porto di Taşucu su una nave merci, hanno raggiunto la città di Tripoli in Libano.

Vedi anche:
MST: passione e artigianato per viaggi in moto speciali

Dopo il disbrigo delle lunghe pratiche burocratiche i tre hanno dedicato alcuni giorni alla visita della capitale Beirut e dei suoi dintorni, prima di attraversare le catene montuose che separano il Paese dalla Siria e condurre le loro cavalcature all’interno delle antiche mura della medina di Damasco.

I tre motoviaggiatori si sono quindi diretti in Giordania per visitare Petra, l’antica capitale dei Nabatei, per poi raggiungere Aqaba e proseguire la loro avventura in Arabia Saudita. Dopo essersi concessi qualche immersione tra le acque cristalline del Mar Rosso il viaggio è ripreso alla volta di Medina, la seconda città santa dell’Islam dopo la Mecca.

Vedi anche:
Long Way Up con le Harley-Davidson elettriche

Qui sono riusciti ad accedere alla Moschea di Maometto (capace di contenere fino a 1 milione di fedeli) per assistere alle funzioni religiose insieme a migliaia di pellegrini arrivati da tutto il mondo arabo.

Puntando ancora verso sud è stato il momento dei passi montani a oltre 2.000 metri di quota sul confine con lo Yemen, bivaccando nell’immenso deserto del Rubʿ al-Khālī, tra dune e rocce levigate dal tempo.

Qui le temperature pomeridiane arrivano anche a 50 gradi, perciò i nostri hanno viaggiato per giorni dalle quattro di mattina fino a mezzogiorno per evitare la canicola. Giunti a Riyad, i tre motoviaggiatori si sono spostati sulla costa del Golfo Persico visitando Kuwait, Bahrein e Qatar.

Vedi anche:
Vagabondo nelle Filippine

Nei prossimi giorni il team di Kamchatkaraid si sposterà negli Emirati Arabi Uniti in cerca di passaggi marittimi per approdare in Iran e iniziare il viaggio di ritorno verso l’Italia. Mentre aspettiamo nuove notizie dai tre motociclisti, gustiamoci il video che racconta la loro discesa verso l’Oman.