Casco Modulare Sena Impulse: Bluetooth ad alta fedeltà

Sena Impulse è il casco modulare dotato di interfono Bluetooth con tecnologia Mesh e sistema audio sviluppato da Harman Kardon. La nostra prova sul campo.

di Antonio Femia


Il casco Sena Impulse fa parte della serie Quantum – alla quale appartengono tre interfoni, un casco integrale e il modulare in questione – che si caratterizza per l’impianto audio di alta qualità sviluppato da Harman Kardon.

Si tratta di un prodotto per uso turistico, ma adatto anche all’uso quotidiano, rivolto ai motociclisti per i quali è fondamentale poter ascoltare musica e comunicare con i compagni di strada anche quando si è in sella.

Sena Impulse: com’è fatto

Acquistare un casco già equipaggiato di sistema Bluetooth di alta fascia ha senso non solo dal punto di vista economico ma anche da quello pratico, primo tra tutti il fatto di avere centralina e batterie all’interno della calotta, con evidenti vantaggi in termini di aerodinamica e distribuzione delle masse.

Il casco risponde allo standard di omologazione ECE R 22.05 – meno restrittivo rispetto al più recente ECE R 22.06 ma che ugualmente garantisce la sicurezza in ogni condizione – e può essere utilizzato solo con mentoniera abbassata.

La calotta esterna in fibre composite è realizzata in due misure: quello in prova è di taglia M, quindi calotta piccola, e ferma l’ago della bilancia a 1.720 grammi. Il peso è quindi quello tipico di un casco modulare, ma il fatto che includa centralina e batteria di grande capacità rende il Sena Impulse relativamente leggero.

Vedi anche:
Sena 10C EVO, interfono e action cam tutto in uno

La ricarica avviene tramite cavo con attacco magnetico Pogo dalla porta collocata sulla nuca e si ottiene il pieno di batteria in due ore e mezzo; è presente un comodo adattatore che trasforma un qualsiasi cavo USB-C in spinotto di alimentazione.

La visiera è dotata di Pinlock e offre una buona visione periferica; può essere tenuta tutta aperta o si può lasciare uno spiraglio per aumentare la ventilazione, ma non ci sono posizioni intermedie. Il visierino parasole ha una buona qualità della visione e avvolge bene fino agli zigomi, consentendo di viaggiare con la visiera principale aperta.

Il sistema di ventilazione prevede due ingressi: la presa d’aria sulla mentoniera punta efficacemente il flusso sulla visiera, quella in alto concentra l’aria sulla fronte invece di avvolgere la parte alta del cranio. Peccato, perché di aria ne entra comunque tanta e il raffrescamento è tutto sommato efficace.

La mentoniera si apre dal tasto centrale in basso, facilmente identificabile al tatto anche con i guanti spessi grazie al grande incavo che lo circonda: basta infilare il pollice in quel vuoto, tirare e alzare la mentoniera che termina la sua corsa con uno scatto deciso. il serraggio in chiusura è altrettanto preciso e senza incertezze. Il casco si allaccia tramite cinturino con regolazione micrometrica.

Vedi anche:
MotoWinch di Eastbound, alzamoto da viaggio

Gli interni sono interamente removibili e lavabili; l’imbottitura cede rapidamente adattandosi alla testa del pilota senza però assottigliarsi, offrendo da subito una calzata comoda e aderente ma senza l’effetto di soffocamento tipico che caratterizza i caschi nuovi.

L’imbottitura sotto la mascella è molto generosa e, insieme al sottomento e al paranaso, crea un isolamento acustico decente, senza spifferi dal basso o sugli occhi. L’efficienza acustica è però in parte vanificata dalle soglie laterali della mentoniera che, pur se in linea con la calotta, non sono perfettamente sigillate.

Questo dà origine, sulle moto con parabrezza basso, a un rombo di sottofondo che alla lunga risulta fastidioso; il fenomeno non è presente in caso di parabrezza più alto.

Il casco Sena Impulse è nel complesso molto comodo e leggero una volta indossato: ci si passa una giornata intera senza avvertire fastidi o pressioni indesiderate all’interno, mentre la buona aerodinamica offre poca resistenza al vento, a tutto vantaggio di collo e spalle che non si affaticano inutilmente.

Una caratteristica non fondamentale ma utile è la luce di posizione LED incorporata sul retro: si accende tramite combinazione di tasti o mediante l’app e può essere fissa o lampeggiante: un buon modo per aumentare la propria visibilità di notte.

Sena Impulse: il sistema di comunicazione

Il sistema di comunicazione Bluetooth è l’elemento distintivo di questo casco e, lo diciamo subito, nel complesso svolge bene il suo lavoro.

Vedi anche:
I modulari Caberg con doppia omologazione per il 2023

La portata dichiarata di due chilometri si riduce drasticamente in presenza di ostacoli, ma abbiamo avuto modo di verificare che nella media si aggira intorno ai 600 metri nel traffico autostradale e raggiunge il chilometro in ambienti più aperti come le campagne intorno al Po in cui l’abbiamo testato.

In modalità Intercom Bluetooth ci si può connettere in gruppo fino a quattro utenti nel raggio di funzionamento del dispositivo che “comanda” il gruppo.

Molto interessante la comunicazione Mesh, in cui ogni dispositivo fa da ponte radio estendendo il raggio di comunicazione in proporzione al numero di partecipanti al gruppo.

Il gruppo Mesh può essere chiuso (fino a 24 dispositivi connessi) o aperto (con un numero virtualmente illimitato di partecipanti); in quest’ultimo caso sono disponibili nove canali a cui collegarsi. Chiaramente bisognerà connettersi tutti allo stesso canale per comunicare.

L’autonomia dichiarata della batteria da 1.300 mAh è di 18 ore in conversazione Bluetooth Intercom e 11 ore in Mesh Intercom: nei due giorni di utilizzo in conversazione con un Sena 50C prevalentemente in modalità Mesh siamo arrivati a fine giornata (ben oltre il tramonto) senza intoppi.

L’audio è impeccabile, con bassi rotondi e alti cristallini, privo di distorsioni; le cuffie sono ben alloggiate e non disturbano la calzata, e nella confezione sono presenti due coperture più spesse per le cuffie per consentire di conformare l’interno in base ai propri padiglioni auricolari.

Vedi anche:
Giacca e pantaloni Dainese D-Explorer, la prova completa

La pulsantiera sulla sinistra è facilmente raggiungibile e i quattro tasti si utilizzano bene anche con i guanti. Come da tradizione Sena, le molte funzioni sono raggiungibili attraverso combinazioni di tasti o pressioni più o meno lunghe degli stessi.

Il sistema è anche dotato di comandi vocali per operare – ad esempio rispondere a una chiamata o attivare l’interfono Mesh – senza staccare le mani del manubrio; è possibile inoltre connettersi all’assistente vocale di Google e a Siri per accedere alle funzioni dello smartphone.

Sena Impulse: app e aggiornamento firmware

Una volta accoppiato lo smartphone, il sistema multimediale del Sena Impulse è facilmente configurabile attraverso l’app Sena Motorcycles. Dal telefono è quindi possibile stabilire i volumi di conversazioni e chiamate, l’equalizzazione della musica, i volumi dell’audio multitasking, impostare i canali della radio FM e molto altro.

È possibile gestire i canali della rete Mesh e la creazione dei gruppi Intercom Bluetooth mediante il sistema Smart Intercom Pairing, che permette di accoppiare gli interfoni di altri tre utenti mediante la scansione di QR Code dai rispettivi telefoni.

L’app gestisce anche l’aggiornamento del firmware che avviene esclusivamente tramite il modulo Wi-Fi installato nel casco.

Ogniqualvolta si aggancia il cavo di ricarica, il Sena Impulse si spegne e si aggancia alla rete Wi-Fi registrata per scaricare gli aggiornamenti in autonomia.

Vedi anche:
Stivali Gaerne G.Dakar Goretex e Fastback Endurance

La procedura è un po’ macchinosa la prima volta (e tutte le volte che bisogna cambiare rete): si collega il telefono alla rete Wi-Fi dell’Impulse e, una volta agganciato, gli si dice a quale router collegarsi inserendone la password. Da quel momento il casco farà tutto da sé quando sono presenti aggiornamenti.

Avremmo preferito la possibilità di aggiornare il firmware mediante cavo come accade per altri interfoni, ma i progettisti non hanno previsto questa opzione.

Sena Impulse è un casco di fascia media che offre da subito una calzata comoda e non affatica il pilota anche dopo una giornata intera di utilizzo; l’isolamento acustico solo sufficiente è compensato dalla dotazione multimediale completa, che offre un’ottima qualità del suono ed è facile da utilizzare, a patto di avere la pazienza di studiare sul manuale le molte funzioni.

Sena Impulse è in definitiva una buona scelta per chi non vuole fare a meno di rimanere in comunicazione e sfruttare la connettività offerta dal proprio telefono o dalla propria moto, con il vantaggio di avere un sistema compatto, senza fastidiose e rumorose sporgenze; un buon compagno di viaggio e per sopravvivere alla noia del traffico urbano.

Sena Impulse
Comfort
8.5
Silenziosità
6.5
Funzioni
9
Visione
8
Pro
Aerodinamica e peso bilanciato
Qualità audio
Autonomia elevata
Contro
Ventilazione migliorabile
Rumoroso alle alte velocità
Aggiornamento firmware complicato
8
Totale