Viaggio in moto cosa controllare prima di partire

Viaggio in moto: cosa controllare prima di partire

Viaggiare in moto è un’esperienza meravigliosa. Se anche voi desiderate partire in sella alla vostra amata motocicletta, prima di riempire i bagagli è il momento di dedicarle qualche attenzione in più.

di Riccardo Fiabane


I centauri attendono la bella stagione per programmare un lungo viaggio con la loro compagna d’avventure. Prima di un viaggio è necessario che la vostra motocicletta sia in perfetta forma per affrontare i sentieri sterrati o i lunghi tragitti che desiderate percorrere durante la prossima gita fuori porta.

Prima di partire si controlla la pressione degli pneumatici e i liquidi moto, ma queste verifiche non bastano per intraprendere un lungo viaggio. Scopriamo insieme i controlli da fare alla moto. Con questa breve guida desideriamo offrirvi un vademecum sul check-up indispensabile per garantirvi una vacanza senza pensieri e inconvenienti.

Ecco i consigli che secondo noi sono essenziali per fare lunghi viaggi in moto in totale sicurezza.

Ruote e pneumatici: pressione e usura pneumatici

Verificare l’efficienza degli pneumatici non è difficile e richiede poco tempo. Prima di fare un viaggio tra i controlli da fare alla moto quello che riteniamo molto importante riguarda proprio le ruote. Quando viaggiate su due ruote dovete assicurarvi che queste siano efficienti al 100%, poiché rappresentano l’unico punto di contatto fra voi e l’asfalto, pertanto devono garantirvi una perfetta aderenza in qualsiasi circostanza. Per controllare gli pneumatici il primo step è verificare lo spessore del battistrada, che non deve mai scendere al di sotto di 1,6 millimetri.

Vedi anche:
Gianpaolo Serrao D’Aquino: il Dottor Stramotore

La pressione delle gomme dev’essere corretta, poiché per garantirvi la giusta aderenza sull’asfalto non devono essere né troppo gonfie e mai eccessivamente sgonfie. Verificate la pressione degli pneumatici indicata sul libretto di manutenzione, nonostante sappiate che quella ideale può variare in base al carico da trasportare.

I più esperti consigliano di viaggiare con gli pneumatici leggermente più sgonfi, rispetto al valore indicato sul libretto, quando il clima è rigido e le temperature scendono sotto i 10 gradi.

Luci: posizione, frecce e stop

Prima di partire controllate che tutte le luci, indicatori di direzione compresi, funzionino correttamente. Viaggiare con le luci funzionanti vi garantisce maggiore sicurezza nei percorsi poco illuminati e vi evita sanzioni amministrative qualora veniste fermati dalle forze dell’ordine.

Trasmissione: catena, corona e pignone

Se siete esperti e vi siete già occupati della manutenzione meccanica della vostra motocicletta, potete verificare in totale autonomia la trasmissione. In caso contrario, è opportuno che vi affidiate a personale qualificato, ovvero al vostro meccanico di fiducia, il quale controllerà attentamente le condizioni di catena, corona e pignone.

Per viaggiare sicuri la catena deve presentarsi ben tirata e deve avere il gioco previsto, la corona deve essere provvista di tutti i denti e questi devono essere in perfetto stato.

Vedi anche:
Stivali REV’IT! Discovery OutDry, esplorazione e comodità

L’usura dei denti potrebbe compromettere il funzionamento della trasmissione. Qualora il pignone non fosse in ottimo stato, rischiereste un’imminente rottura della trasmissione e, nei casi peggiori, anche un incidente stradale. Prima di programmare un lungo viaggio in moto dovete necessariamente verificare lo stato attuale della trasmissione, non sottovalutandone mai l’importanza.

Serraggio delle viti

Serrare le viti è un gioco da ragazzi. Questa operazione non richiede esperienza, bensì un po’ di tempo a disposizione e gli attrezzi. Prima di riporre cacciavite e brugole nella valigia, poiché sono strumenti utili quando si viaggia e si percorrono lunghi tragitti, utilizzateli per serrare tutte le viti presenti sulla motocicletta. Verificate con attenzione che l’aver preso una buca non abbia fatto svitare alcune componenti della moto.

Controllate anche la carrozzeria e il porta targa. Vi occorrono pochi minuti e le viti della vostra moto saranno perfettamente avvitate. Utilizzate un cacciavite manuale, evitate gli avvitatori elettrici poiché potreste per errore rovinare la testa di una vite.

Freni: liquido e pastiglie

Quando incontrate un pericolo lungo la strada il vostro istinto vi farà frenare. Per questo motivo dovete controllare il liquido e le pastiglie dei freni prima di partire in moto. Quando si parla di cosa controllare prima di un viaggio in moto, chiunque pensa per prima cosa all’impianto frenante.

Per quanto riguarda le pastiglie dei freni, verificate il livello di usura. Se le pastiglie si presentano consumate per almeno la metà, la raccomandazione è quella di sostituirle sempre prima di viaggiare. Il cambio pastiglie dei freni della moto non richiede molto tempo ma necessita di mani esperte.

Vedi anche:
Moto Guzzi, sulla strada da un secolo

Come per la manutenzione della trasmissione moto, anche per la sostituzione delle pastiglie dei freni è importante che l’operazione sia svolta da un meccanico qualificato. Il costo orientativo di questo servizio non supera in media i 100 euro.

Dopo che avrete controllato l’usura delle pastiglie, osservate il disco dei freni. Questo deve presentarsi liscio e privo di rigature o scalini. Vi basterà toccarlo con mano per scoprire se è opportuno sostituirlo al più presto. Controllate anche il livello dell’olio dei freni. Affidatevi al vostro meccanico di fiducia, il quale saprà se è necessario spurgare l’olio oppure no.

Abbigliamento

Se state ancora pensando a cosa mettere in valigia, è arrivato il momento di pensare all’abbigliamento giusto per partire in moto. Per prima cosa valutate la stagione e la destinazione. Acquistate capi d’abbigliamento moto specifici per la vostra tipologia di due ruote e scegliete i modelli che si adattano meglio al vostro stile. Per fare un lungo viaggio in moto dovreste indossare una giacca moto antivento e dotata di specifici inserti realizzati con membrane traspiranti e protettive.

Vedi anche:
Around Gaia, intraprendere un viaggio di sola andata

Mantenendo costante la temperatura corporea evitate la comparsa inaspettata di un malanno di stagione. Indossando le giacche moto proteggete inoltre alcune parti del corpo delicate in caso d’incidente.

L’abbigliamento moto di ultima generazione è perfetto sia per viaggiare sulle due ruote che per il tempo libero. Il design moderno rende i capi di tendenza e molto apprezzati sia dal pubblico maschile sia da quello femminile. In base al clima, optate per stivali moto, realizzati per assicurarvi maggiore protezione rispetto ad altre tipologie di calzature. Dotatevi di un interfono Bluetooth per conversare durante il tragitto, sia con il passeggero sia con gli amici.

Documenti: libretto e assicurazione

Ultimo consiglio, ma non meno importante dei precedenti, è controllare che tutti i documenti siano in ordine prima di partire. Una revisione scaduta potrebbe rovinarvi la vacanza. Verificate le date di scadenza di revisione, assicurazione e patente.

Se avete in programma di viaggiare all’estero, ricordate di mettere in valigia anche la Carta Verde, ovvero il documento che attesta la validità dell’assicurazione della vostra moto anche in territorio estero. Questo documento, denominato ancora Carte Verde, a partire da luglio 2020 è stato modificato. La nuova versione della “Carta Verde” è realizzata nei colori bianco e nero, non presenta più una stampa fronte/retro e pertanto sul retro non c’è la lista di Bureau, consultabile direttamente online.