dotazioni slovenia Stivali estivi

Scarpe o stivali da moto: quali scegliere?

Indispensabili nell’abbigliamento di ogni centauro, le calzature da moto vanno scelte con attenzione perché devono essere comode e, al tempo stesso, offrire protezione senza limitare la sensibilità del piede. Meglio scarpe o stivali da moto? Scopriamolo insieme.

di Riccardo Fiabane


Piedi e caviglie sono tra le parti del corpo che più facilmente possono rimanere offese in una caduta accidentale o in un incidente: è facile che rimangano schiacciate sotto il peso della propria moto, oppure intrappolate tra la motocicletta e altri veicoli nel caso di urti.

Ecco perché è davvero importante che le calzature da moto offrano una protezione adeguata oltre a essere comode. Per sceglierle dovremo tener conto di diversi fattori.

Calzature da moto: la normativa

Sia le scarpe che gli stivali da moto sono DPI (dispositivi di protezione individuale) che devono essere certificati secondo la normativa europea EN13634:2017. Per essere omologate, le calzature da moto devono superare una serie di test di laboratorio atti a verificarne le doti di resistenza.

I risultati delle prove permettono di classificare il livello di protezione di scarpe e stivali da moto, che potranno essere di Livello 1 o Livello 2 (quest’ultimo è il più prestante) per indicare la minore o maggiore resistenza ai test più importanti per l’incolumità del motociclista.

In fase di acquisto bisogna sempre controllare l’etichetta di omologazione: questa riporta con un numero il livello di protezione raggiunto nelle seguenti prove: altezza sopra la caviglia, abrasione con impatto, taglio da impatto, rigidità trasversale.

Vedi anche:
Held Jakata e Zeffiro, completo da viaggio estivo

Le altre sigle presenti nell’etichetta riguardano le ulteriori prove a cui le calzature sono state sottoposte e possono anche differire da un prodotto all’atro, perché considerate proprietà opzionali.

Ad esempio la foto in alto mostra l’etichetta di uno stivale certificato di Livello 2 che ha anche superato le prove di resistenza alla penetrazione dell’acqua, di assorbimento d’acqua della soletta e di resistenza allo scivolamento.

Una volta chiarito come verificare il rispetto dei requisiti di sicurezza, la domanda da porsi prima di iniziare a cercare le scarpe o gli stivali da moto perfetti per le proprie esigenze riguarda il tipo di utilizzo che se ne farà.

Per quanto detto finora le scarpe moto, anche se di ottima fattura, non potranno mai eguagliare gli stivali in termini di sicurezza. Possono però rappresentare un buon compromesso quando si usa la moto per brevi tragitti urbani, oppure in un viaggio con lunghe visite ed escursioni a piedi.

Chi prevede invece di trascorrere molto tempo in sella e di muoversi poco durante le soste, dovrà senza dubbio optare per un paio di stivali da moto.

Scarpe da moto

Vedi anche:
La guida per legare i bagagli alla moto

Le scarpe da moto, come detto, sono particolarmente adatte per una gita in moto che preveda dei tratti da percorrere a piedi, ad esempio una visita in un una località turistica.

Una buona scarpa da moto ha una struttura alta, tipo stivaletto, che garantisca una buona protezione alla caviglia avvolgendola e limitando i rischi in caso di caduta.

Riguardo ai materiali è fondamentale che le scarpe da moto siano resistenti all’acqua e traspiranti, e che siano dotate di suola in gomma antiscivolo, al fine di prevenire la perdita d’aderenza sulle pedane.

Per quanto detto finora le scarpe da moto devono avere adeguate protezioni, con imbottitura all’altezza della caviglia e sulla parte più bassa dello stinco. Imprescindibile la presenza di rinforzi su punta, tallone e malleoli.

Le scarpe da moto possono avere fogge diverse: dal classico scarponcino alle sneaker passando per quelle dal design più sportiveggiante. Tutte sono accomunate dalla leggerezza e dal fatto di essere identificate come scarpe da moto solo dall’occhio attento.

I sistemi di chiusura sono affidati alle fasce in velcro per i modelli più sportivi, mentre quelli classici e le sneakers possono avere chiusura con lacci e cerniere zip, ma è quasi sempre presente una patta o un sistema di ritenzione dei lacci affinché questi non finiscano nella catena.

Sotto la tomaia in pelle o tessuto le scarpe da moto di buona qualità ospitano una fodera con membrana traspirante e impermeabile che offre un adeguato grado di benessere igrometrico sia in inverno che in estate.

Vedi anche:
HAT Sestriere Adventourfest, un test ride tira l'altro

Per un buon comfort termico è bene seguire lo stesso principio che informa l’abbigliamento tecnico, evitando lana e cotone per preferire calze realizzate in tessuti tecnici altamente traspiranti che non trattengono il sudore.

In commercio è possibile trovare modelli realizzati in microfibra o in pelle traforata che, oltre a garantire un elevato livello di protezione, permettono di disporre di una calzatura leggera e comoda da indossare per molte ore anche nei mesi più caldi.

Stivali da moto

Gli stivali sono le calzature da moto in grado di offrire il massimo della protezione proprio per il fatto di coprire buona parte della tibia.

Ce ne sono per ogni tipo di utilizzo, da quelli per correre in pista a quelli per il turismo fino a quelli “corazzati” per l’enduro. Anche qui la scelta dipende dall’utilizzo che se ne dovrà fare, tenendo sempre a mente di dover mediare tra sicurezza e libertà di movimento.

Restringendo il campo agli stivali da mototurismo stradale e off road, le cose a cui dovremo prestare attenzione in fase di scelta sono i materiali con cui sono realizzati e la qualità della protezioni.

Considerando che in viaggio li terremo per intere giornate è importante che siano dotati di membrana traspirante e impermeabile.

Vedi anche:
Leatt presenta la nuova collezione 2023

Ce ne sono tante e con nomi diversi ma tutte hanno la stessa funzione: impedire l’ingresso dell’acqua mentre favoriscono la fuoriuscita del vapore acqueo prodotto dalla traspirazione del piede.

Anche qui vale quanto detto per le scarpe, ovvero di dotarsi di calze tecniche in fibre sintetiche che non interferiscano con la funzionalità della membrana, come invece accade con lana e cotone che solo apparentemente offrono più calore o freschezza.

Oltre ai rinforzi in punta e tallone, le protezioni sui malleoli e sulla tibia sono lo standard; generalmente gli stivali touring orientati all’off road hanno un gambale più alto e un paratibia più spesso ed efficace di quelli stradali.

Alcuni modelli più evoluti hanno dei sistemi antitorsione che impediscono al piede di ruotare orizzontalmente prevenendo distorsioni e slogature della caviglia; il massimo dell’efficacia di tali dispositivi si ha sugli stivali da enduro specialistico.

Questi sono indubbiamente i più robusti in assoluto ma sconsigliati per un viaggio perché il loro scopo è la massima protezione a scapito della mobilità e del comfort termico. È bene quindi usare gli stivali da enduro e motocross solo per uscite tecniche di qualche ora.

Che sia per turismo su asfalto o in fuoristrada, lo stivale da moto ottimale deve calzare a pennello ed essere né troppo largo né troppo stretto. Un piede troppo fasciato si intorpidisce velocemente e ha poco controllo sui pedali; al contrario uno stivale troppo largo riduce l’efficacia dei movimenti e affatica il pilota.

Vedi anche:
Pneumatici M+S in moto, il via libera di Assogomma

La chiusura degli stivali da moto può essere a zip, con velcro o fibbie con regolazione micrometrica. Se i primi due sistemi offrono maggiore velocità e comodità, il terzo è quello più efficace.

Un buon compromesso proposto da molte case è quello con due o tre fibbie nella parte bassa e la chiusura con velcro sul polpaccio, in modo da associare la miglior vestibilità al sistema di ritenzione più efficace.

Questi sono gli elementi in base ai quali scegliere le proprie calzature da moto. Che siano scarpe o stivali da moto, il nostro suggerimento è di provarle di persona, anche con una taglia in più o una in meno.

Fateci due passi nel negozio simulando i movimenti di cambiata e frenata, e fatevi consigliare senza esitazione dai commessi: le calzature da moto sono un indumento essenziale e perciò bisogna scegliere bene.

Un ultimo consiglio: una volta acquistate le scarpe o gli stivali che vi accompagneranno nelle vostre scorribande premuratevi di regolare l’altezza dei pedali di marce e freno in base alle vostre nuove calzature da moto: avrete il pieno controllo del mezzo e vi sembrerà di averle sempre indossate.