Da Airoh il primo prototipo di casco con airbag

Airoh svela a EICMA 2022 un prototipo di casco da moto con airbag integrato; il concept, ispirato alla tesi di laurea della giovane ingegnera Roberta Descrovi, è realizzato in collaborazione con Autoliv, azienda svedese specializzata nei sistemi di sicurezza per autoveicoli.

Il pre-studio è iniziato nel 2020 ed è proseguito a oggi fino allo sviluppo del prototipo di un casco con airbag integrato che può essere attivato elettronicamente in caso di incidente.

Le misurazioni strumentali hanno mostrato come, combinando le due tecnologie di assorbimento dell’energia, l’accelerazione lineare della testa e il conseguente rischio di lesioni possono essere ridotti in maniera sostanziale.

Vedi anche:
A Eicma la Zero DSR/X, la prima maxienduro elettrica

Il casco è stato sviluppato da Airoh con l’obiettivo di soddisfare gli standard di sicurezza indipendentemente dall’attivazione dell’airbag, che viene utilizzato come elemento per estendere l’assorbimento di energia e offrire una protezione aggiuntiva a quella già garantita dai normali caschi.

La tecnologia utilizzata è simile a quella degli airbag automobilistici, con il modulo interamente integrato nel casco e ricoperto da scudi che si aprono per consentire il gonfiaggio dell’airbag. Il sistema non compromette la linea e la leggerezza del casco.

Il concept presentato a EICMA nasce da un numero considerevole di simulazioni virtuali, a cui sono seguite prove di impatto fisico che hanno permesso di ottimizzare parametri critici come design, area di copertura, pressione e volume.

Vedi anche:
Nuova Ducati Multistrada 950, anche in versione S

La proposta è indubbiamente interessante anche per l’effetto praticamente nullo sulle forme e dimensioni del casco, cosa che lascia pensare a un utilizzo in ogni campo del motociclismo.