Apprezzata da moltissimi viaggiatori e collaudata nel corso di tre giri del mondo, la giacca touring GTS dell’azienda veneta giunge alla quarta versione. Le novità, oltre a quelle subito evidenti come una maggior ventilazione, stanno nel tessuto utilizzato: il capo è un tre strati tradizionale, ma la parte esterna è ora accoppiata a una membrana che riduce la penetrazione d’acqua, normalmente bloccata soltanto dallo strato impermeabile interno rimovibile.

Anche sotto il più forte acquazzone la giacca mantiene asciutta una buona parte della membrana sottostante, alleggerendo il suo carico di lavoro e soprattutto impedendo che si ricopra d’acqua; situazione, questa, che porta alla chiusura dei pori da cui fuoriesce il sudore e quindi all’inefficacia della membrana come elemento di traspirazione.

Ci sono altri fattori positivi: non assorbendo l’acqua, tende ad asciugarsi più velocemente e soprattutto raggiunge una morbidezza mai riscontrata prima su un capo con questo livello di sicurezza. Inoltre la parte termica interna è ora staccabile e può essere utilizzata indipendentemente come un piumino da passeggio.

La giacca Clover è certificata CE: prEN 17092: 2017, livello AA, non mancano protezioni estraibili su spalle e gomiti di livello 2, la predisposizione per sistema airbag CE EN 1621-4 di livello 2 e per paraschiena CE di livello 1 o 2. Disponibile nei colori nero, grigio/giallo fluo, nero/grigio, blu/grigio, nero/sabbia nelle misure da S a 4XL, anche con taglio femminile. Il costo della giacca rimane invariato rispetto alla versione precedente, con un prezzo al pubblico di 419,90 euro.

Le novità dai saloni 2018 dedicate al mondo adventure sono raccolte in questa pagina.