Tutto pronto per il Travellers Camp 2021

Si svolgerà dal 17 al 19 settembre l’ottava edizione del Travellers Camp, l’evento dedicato al mondo del turismo, dei viaggi e dell’avventura in motocicletta. Il programma e gli ospiti sono stati definiti, così come la location, che si sposta dall’Appennino reggiano alle dolci colline marchigiane.

Sarà infatti l’agriturismo “La corte della Miniera” – situato 12 chilometri a nord di Urbino – il luogo deputato ad accogliere i partecipanti e a ospitare gli oratori che racconteranno le loro esperienze di viaggio e di vita durante i giorni dell’evento.

Il Travellers Camp 2021 si aprirà venerdì 17 settembre con la proiezione di “Pozzis-Samarcanda”, il film che racconta gli 8.000 chilometri percorsi da Alfeo “Cocco” Carnelutti, in sella a una Harley-Davidson del 1939, dal borgo semiabbandonato nel cuore del Friuli (Pozzis) alla mitica città uzbeka sulla Via della Seta.

Vedi anche:
L’Italia nascosta dell’Italian Challenge 2020

Poi sarà la volta di Ivano Catullo e Sabina Rizzo che, in barba alla vetustà del mezzo – una Moto Guzzi Falcone del 1971 – hanno girovagato per i Balcani arrivando fino a Istanbul.

Fabio Grandoni e Saura Ferna, invece, hanno attraversato la sconfinata Russia, affrontando la temibile quanto suggestiva Road of Bones, per raggiungere Magadan sulle sponde del Pacifico.

Luca Falcon – vittima di un incidente a seguito del quale ha subito l’amputazione di una gamba – e Giulia Trabucco sono le anime del progetto Karmaontheroad, un viaggio verso Dakar creato con l’intento di raccogliere protesi usate da destinare alle persone bisognose in Africa occidentale.

Vedi anche:
A fine aprile all’avventura in Sardegna

Oltre ai racconti, al Travellers Camp ci sarà spazio anche per i workshop: Diego Barca – meccanico professionista – illustrerà come provvedere alla riparazione di uno pneumatico, sia classico che tubeless, oltre a fornire altri preziosi consigli.

Infine Claudia Gonnella – architetto, motociclista e counselor – parlerà degli aspetti e dei risvolti psicologici che concorrono al compimento di un viaggio in motocicletta.

Al Travellers Camp sarà possibile pernottare in tenda o in camera, ci sarà a disposizione un ristorante per i pasti e anche una piscina per chi volesse rilassarsi tra un “viaggio” e l’altro.

Ricordiamo che per partecipare all’evento è necessario rispettare le normative relative al possesso di Green Pass o esito negativo di un tampone antigenico o molecolare rapido.

Vedi anche:
Nel pistoiese fra sterrati e agriturismi

La redazione di RoadBook sarà presente, e voi? Se siete interessati a partecipare, e ne vale al pena, contattate gli organizzatori.