“Mi rimetto in moto”, le nuove storie di Moto Taccuino

Se avete bisogno di un’idea last minute per un regalo, aggiungendo anche una buona causa, è uscito il nuovo libro della casa editrice sarda. Dopo il fortunato successo del libro “Dall’Isola al Sahara” e del secondo volume “Frammenti”, l’associazione Moto Taccuino di Alessio Ferrari e Nicola Manca abbandona la narrazione autobiografica per aprirsi a quella di altre storie di moto, il cui ricavato avrà sempre scopi benefici.

Dai racconti del Sahara in sella a vecchie motociclette, fino al paesino di Accumoli, passando per il sentiero di Hồ Chí Minh, Naracauli e di nuovo il deserto, nel terzo volume “Mi rimetto in moto”, scritto da Alessandro Bruyere, si racconta la storia di rinascita di Davide Previdi, in un viaggio incredibile fino alle Isole Lofoten, portando il lettore a tuffarsi in un mondo fatto di sguardi, tramonti e tanta strada da percorrere all’insegna dell’amicizia e di una promessa da mantenere.

Vedi anche:
Sterrare al freddo con la Winter Heroes 2019

Un viaggio fatto col cuore e per il cuore, assieme agli amici Daniele, Lorenzo e Simone, a bordo delle loro Triumph, per incontrare i luoghi del donatore e affliggervi una targa in segno di riconoscenza.

«Dopo essere riusciti a costruire pozzi in Vietnam, acquistato sedie per la balneazione dei malati di SLA e persone con disabilità motorie in due spiagge della Sardegna, acquistato biciclette per i bambini del Marocco e altri progetti, abbiamo ritenuto fosse giusto aprire lo strumento, che evidentemente funziona, anche ad altre storie e altri protagonisti, facendoci da parte – raccontano Nicola Manca e Alessio Ferrari – e il libro scritto da Alessandro Bruyere con l’avventura di Davide Prevedi ci ha colpito così intensamente che abbiamo proposto loro le nostre regole editoriali e hanno accettato con entusiasmo. Il ricavato dalla vendita di questi libri andrà a concretizzarsi in qualcosa di utile per le associazioni che si occupano di trapiantati e dei loro familiari perché chi dona il cuore non ne rimarrà mai senza».